Andiamo!

L’Hotel Aigle è il luogo ideale per le vostre vacanze!

L’Hotel Aigle si trova ad Entrèves, un borgo medievale risalente al XIII secolo situato alle pendici del Monte Bianco, all’estremità occidentale della Valle d’Aosta di cui è l’ultimo insediamento, a soli 2,5 km a monte di Courmayeur.

Entrèves è anche il punto d’incontro delle due valli laterali che si estendono ai piedi del massiccio del Monte Bianco: la Val Ferret verso il passo di confine con la Svizzera, e la Val Veny verso il passo di confine con la Francia. È anche il punto in cui confluiscono i due torrenti sorgivi di origine glaciale (Dora di Ferret e Dora di Veny) che percorrono queste valli ed unendosi a valle di Entrèves formano la Dora Baltea, il fiume che attraversa tutta la Valle d’Aosta e arriva fino alla Pianura Padana.

Questa posizione piacevole e tranquilla può essere il luogo perfetto per le vostre giornate in relax, o un perfetto punto di partenza per le vostre escursioni.

Scopriamo insieme tutto quello che è possibile fare nei dintorni del nostro albergo, l’Hotel Aigle, la tua casa ai piedi del Monte Bianco!

L’Hotel Aigle offre camere con vista sul Monte Bianco, sul Dente del Gigante e sulle cime che precedono la Grandes Jorasses, che sovrasta la Val Ferret, sul Mont Chétif e i monti de La Saxe. Moderne e graziose, le nostre 16 camere tutte con bagno, sono dotate di ogni comfort: finestre e balcone con vista, telefono, WIFI, TV satellitare, cassaforte, asciugacapelli.

La sala ristorante/colazione, la hall con il bar e l’ampio giardino solarium sono gli spazi comuni. Sul retro dell’hotel, un parcheggio riservato ai clienti offre uno spazio lontano dalla strada dove lasciare la vostra auto. L’hotel, a conduzione famigliare, offre la mezza pensione (colazione e cena). La cena è particolarmente curata e offre sia piatti tradizionali della Valle d’Aosta che della cucina classica. Un ricco buffet (dolce e salato) vi accoglie a colazione. A cena il servizio è al tavolo, mentre a colazione il tavolo del buffet è assistito dal nostro personale.

In inverno, a 5 minuti dall’hotel, è possibile raggiungere Prè de Pascal, uno degli accessi al comprensorio sciistico di Courmayeur, tramite la Funivia Val Veny; e con la medesima comodità, grazie ad una navetta bus, è possibile raggiungere la Val Ferret, paradiso dello sci di fondo e delle passeggiate sulla neve.

Vicinissima è anche la stazione di imbarco per la funivia del Monte Bianco, la modernissima SkyWay, che vi porterà fino agli 3462 metri di altezza di Punta Helbronner, nel cuore del massiccio del Monte Bianco. In estae Punta Helbronner è anche punto di partenza per la traversata dei ghiacciai, dapprima raggiungendo l’Aiguille du Midì con la possibilità di scendere quindi a Chamonix (in Francia).

In pieno inverno, Punta Helbronner è anche il punto di partenza per discese in scialpinismo, lungo la Vallée Blanche o verso il Pavillon.

Courmayeur vanta una lunga storia di ospitalità e tradizioni e un ampio programma di eventi culturali anima ogni periodo dell’anno. Il centro storico di Courmayeur (a 2,5 km dal nostro hotel) è un vivace luogo per lo shopping, lungo la modaiola Via Roma, dove prendere un aperitivo, visitare graziose botteghe, o dove fare le ore piccole nei caratteristici locali, ristoranti e pub.

Infine, il Traforo del Monte Bianco e il collegamento con Chamonix, aumentano le possibilità di escursioni e svago.

Ora vediamo e scopriamo insieme tutte le possibilità di visite turistiche e di attività disponibili dalla comoda posizione del nostro hotel, situato al centro di un territorio che offre le opportunità più diverse, per soddisfare ogni esigenza ricreativa e di relax. 

Attrazioni turistiche e idee di attività per il vostro soggiorno

Mentre tutti gli sport e le attività che potrete praticare nei dintorni di Entrèves sono ben introdotti nella sezione del nostro sito dedicata allo sport e alle altre attività (vedi pagina “Courmayeur” sul nostro sito), questa sezione vuole solo proporre un riassunto in punti di ciò che potrete fare e vedere durante il vostro soggiorno.

SOMMARIO
  • Una passeggiata a Entrèves
  • Sali sul Monte Bianco con la funivia SkyWay
  • Esplora la Val Ferret
  • Esplora la Val Veny
  • Cosa offre Entrèves agli sciatori?
  • Visita Courmayeur
  • Una parete da arrampicata indoor professionale e la pista di pattinaggio sul ghiaccio a Dolonne
  • In mountain bike in Val Ferret
  • Rafting sulla Dora Baltea
  • Giocare a golf in Val Ferret
  • Relax alle Terme di Pré Saint Didier
  • Goditi la nostra sauna finlandese all’Hotel Aigle
  • Voli panoramici in elicottero sul Monte Bianco
  • Visita Chamonix
  • Sfoglia la nostra biblioteca, gioca a scacchi, a carte, ai giochi da tavolo con i tuoi amici e la tua famiglia nella hall del nostro hotel
UNA PASSEGGIATA A Entrèves

Iniziamo con una passeggiata nel nostro villaggio! Una passeggiata tra i vicoli e le antiche case di Entrèves è sicuramente un’esperienza bellissima. Le case più antiche risalgono al XIII Secolo e camminare sull’antico selciato dà l’impressione di essere tornati indietro nel tempo. Quando le mura degli antichi edifici (in origine case, fienili, stalle e botteghe) lasciano allo sguardo lo spazio per andare verso l’orizzonte, si rimane senza fiato all’improvvisa apparizione di ‘sua maestà’ il Monte Bianco e delle vette che lo circondano. Ad Entrèves troverete ristoranti e locande dove si può gustare del buon cibo in un’atmosfera accogliente, spesso con una vista spettacolare. La piana di Entrèves è oggi un ampio prato, ammantato di neve in inverno, che le persone del posto chiamano il “Tor d’Entrèves” ideale per passeggiate e picnic, per prendere il sole, giocare e rilassarsi e passeggiare con il proprio cane. Una caratteristica del Tor d’Entrèves è quella di offrire una bellissima vista vista sulla parte centro-orientale del massiccio del Monte Bianco. Lo sguardo abbraccia un panorama a 360 gradi dai Monti de La Saxe, al Mont Chetif, l’Aiguille Noire, le Dames Anglaises, l’Aiguille Blanche, il Monte Bianco,  la cresta di Peuterey, il Dente del Gigante e le Grandes Jorassese, Tra queste Punta Helbronner, punto di arrivo della funivia SkyWay. Leggi di più su Entrèves.

SUL MONTE BIANCO CON LA SkyWay

La SkyWay è una moderna funivia che raggiunge ‘Punta Helbronner’ dove è costruita una moderna stazione che offre una splendida vista sulle Alpi! Alle stazioni del  ‘Pavillon’ (2173 mt slm) e ‘Punta Helbronner’ (3462 mt slm) troverete anche molte attrazioni e servizi come un cinema, un museo dedicato ai cristalli del Monte Bianco, una libreria, un ristorante e un bar e l’accesso al vecchio Rifugio Torino. Da Punta Helbronner, in estate, si può raggiungere l’Aiguille du Midì (in territorio francese) tramite da un’altra funivia che sorvola un vasto ghiacciaio chiamato “Mere de Glace” (mare di ghiaccio). Sia al Pavillon che a Punta Helbronner vengono spesso ospitati eventi come presentazioni, concerti, spettacoli. Visita il sito web dedicato per il calendario degli eventi. Scopri di più sulla SkyWay.

ESPLORA LA Val Ferret

La Val Ferret è una delle due valli che si possono esplorare facilmente partendo da Entrèves. In estate la Val Ferret è frequentata da molti escursionisti. I suoi alpeggi, i sentieri (come il famoso sentiero chiamato “Il Balcone” in quanto percorrendolo si gode una splendida vista sul Monte Bianco e le cime e i versanti del Grendes Jorasses dove in quota persistono i ghiacciai), un campo da golf a nove buche e la presenza di numerosi rifugi e malghe, ristoranti e punti ristoro fanno della Val Ferret un vero paradiso per chi ama camminare in montagna. Nella stagione invernale la Val Ferret è un luogo stupendo dove praticare lo sci di fondo e camminare sulla neve alta indossando le racchette da neve (o ciaspole). Nelle giornate di cielo sereno la Val Ferret è soleggiata anche in inverno (da circa mezzogiorno). Questa zona è anche molto frequentata da alpinisti esperti, essendo il punto di partenza di molte vie verso le vette delle Grandes Jorasses. I molti bivacchi e rifugi che si possono trovare in quota ne testimoniano la storia e l’importanza. Bivacchi e rifugi storici e moderni offrono agli alpinisti riparo e ristoro. Tra i tanti bivacchi e rifugi che sovrastano la Val Ferret citiamo il Rifugio Elena e il Rifugio Bonatti e il nuovissimo e modernissimo Bivacco Gervasutti. Scopri di più sulla Val Ferret.

ESPLORA LA Val Veny

L’altra valle che corre ai piedi del massiccio del Monte Bianco è la Val Veny, che da Entrèves porta verso il confine con la Francia. In estate si può accedere alla Val Veny percorrendo una comoda strada asfaltata ed è servita da una linea di bus comunali, pertanto si può anche senza macchina). In inverno invece la strada, si snoda alla base del Mont Chétif, viene chiusa al traffico in quanto viene invasa dalla neve, e la valle si può raggiungere solo a piedi, oppure con sci o su una motoslitta percorrendo un sentiero alternativo che segue e risale il percorso del torrente Veny, partendo proprio da Entrèves. All’inizio il sentiero si arrampica con alcuni tornanti per poi spianare nei pressi di Purtud. Da lì si percorre agevolmente il fondovalle alternando leggeri saliscendi, tra larici, abeti e bei panorami. Superata la località La Zerotta la valle diventa una stretta gola in quanto la morena lasciata dal ritiro del Ghiacciaio del Miage invade la valle. Superata la gola la valle si apre di nuovo sotto il Mont Fortin e lo sguardo abbraccia il bacino del Lago di Combal con, sullo sfondo, sempre più vicine, le piramidi di calcare e il Col de la Seigne dove si trova il confine con la Francia. Un bellissimo racconto del 1886 descrive questa passeggiata con ricchezza di particolari. Lo abbiamo trascritto nella sezione del nostro sito dedicata alla letteratura ispirata al Monte Bianco (il titolo del brano è: “Un’escursione in Val Veny”. Scopri di più sulla Val Veny.

COSA OFFRE Entrèves AGLI SCIATORI?

Il comprensorio sciistico di Entrèves-Courmayeur è molto esteso e comprende le località di Plan Checrouit, Col Checrouit, Youla, Arp, (quest’ultima punto di partenza apprezzato da chi pratica lo scialpinismo – con discese che raggiungono la Val Veny), Maison Vieille, Aretu, Pra Neyron e Pré de Pascal (quest’ultimo raggiungibile in funivia direttamente da Entrèves). Si tratta di un comprensorio sciistico che offre piste per ogni sciatore di ogni livello, inclusi i principianti oltre ad uno snowpark, rifugi, punti ristoro e veri e propri ristoranti. Il comprensorio sciistico è raggiungibile con tre diverse funivie:
FUNIVIA VAL VENY : con partenza da Piazzale Funivie Val Veny, ad Entrèves (raggiungibile anche a piedi dal nostro hotel) con arrivo a Pré de Pascal;
FUNIVIA DOLONNE: partenza da Dolonne (Courmayeur) e arrivo a Plan Checrouit, dove si posso prendere le altri impianti di risalita diretti a alle quote più elevate: seggiovia Pra Neyron (per scendere verso La Zerotta), seggiovia Maison Vieille (dove si trova un bellissimo chalet-ristorante chiamato appunto Maison Vieille), e cabinovia Checrouit (che porta alle due piccole funivie di Youla e Arp;
FUNIVIA COURMAYEUR : con partenza da Courmayeur (Strada delle Volpi) diretta a Plan Checrouit.

NOTA: Solo gli sciatori più esperti possono sciare da Punta Helbronner (raggiungibile con la funivia SkyWay) da dove si può praticare scialpinismo e scendere verso il Pavillon e quindi tornare ad Entrèves; oppure scendere verso Chamonix. Cautela! Questi itinerari non sono segnalati, né controllati, né regolamentati, né protetti e sono esposti a rischio valanghe; pertanto è necessaria una grande esperienza e conoscenza delle condizioni della montagna e della neve.

Il vicino, e molto popolare, comprensorio sciistico di La Thuile è anche facilmente accessibile da Entrèves, trovandosi a soli 30 minuti di auto. Il comprensorio sciistico di La Thuile è collegato, tramite il Col du Petit Saint Bernard, al comprensorio sciistico francese di La Rosiere. Scopri di più sugli sport invernali che puoi praticare a Courmayeur.

VisitA Courmayeur

Il centro di Courmayeur si presenta nella sua classica architettura alpina ed animato da negozi, botteghe, ristoranti, caffetterie e centri culturali e religiosi.

Ecco cosa puoi fare e vedere nel centro di Courmayeur:

  1. Via Roma: Questa strada pedonale è il cuore di Courmayeur. Fiancheggiata da negozi, boutique, caffè e ristoranti, è perfetta per una piacevole passeggiata, per lo shopping, per un caffè o per passare una bella serata in uno dei tanti ristoranti o locali.

  2. Chiesa di San Pantaleo: la chiesa risale al XVIII secolo e merita di essere visitata per il suo pittoresco campanile e gli interni in stile barocco.

  3. Duca degli Abruzzi – Museo delle Guide Alpine e dell’Alpinismo: In questo museo viene narrata la storia dell’alpinismo in Valle d’Aosta. Vi trovano posto  attrezzature d’epoca e raccontate le imprese di alpinisti divenuti famosi per le loro ascensioni. Scopri di più sul Museo sul sito ufficiale.

  4. Piazza Abbé Henry: Come un balcone, questa piazza si affaccia sulla valle di Checrouit offrendo una vista ampia ed incantevole. La piazza è un luogo ideale per rilassarsi ammirando le  montagne o il viavai di gente a passeggio. Su questo ampio spazio si affacciano la chiesa parrocchiale di San Pantaleone, il Museo delle Guide Alpine, la Chiesa Valdese (sede di mostre) e vi trovano ospitalità numerosi busti e bronzi a memoria di personaggi illustri tra i quali appunto l’Abbé Henry, nato a Courmayeur nel 1870 e diventato parroco di Valpelline, alpinista, botanico, apicoltore a cui la Valle d’Aosta deve molta della sua popolarità come meta per escursionisti e alpinisti. Singolare e geniale la sua iniziativa di salire sulla cima del Gran Paradiso con un asino. L’impresa ebbe così tanta eco che contribuì in modo determinante ad incuriosire e spingere molte persone a visitare il Gran Paradiso e tutta la Valle d’Aosta. L’altro monumento su un lato della piazza è quello dedicato alla guida alpina, nativa di Courmayeur, Felice Ollier, che morì al Polo Nord durante la spedizione guidata da Luigi Amedeo di Savoia, Duca degli Abruzzi, nel 1900. Sotto la croce è raffigurato, in bronzo, un cane da slitta. Infine, appena fuori della Chiesa di San Pantaleone, si trovano i busti dedicati agli alpinisti Mario Puchoz, Giuseppe Petigax e Emile Rey.

  5. Il cibo locale: Scopri nel nostro ristorante, e nei migliori ristoranti di Courmayeur, i piatti tipici valdostani come la polenta concia, le crespelle, o la cotoletta alla valdostana, la zuppa alla valpellinese, i sostanziosi stufati e i deliziosi dolci, e poi i prodotti tipici come gli apprezzati vini, la Fontina DOP, la Fonduta, le Jambon de Bosses DOP, il Lard d’Arnad DOP, la Mocetta, carni essicate e salate, prosciutto crudo, salumi, vini bianchi e vini rossi DOP. Leggi di più sul cibo e i sapori della Valle d’Aosta.

  6. I negozi tipici e gli artigiani: Scopri le boutique e gli artigiani locali, i lavori in legno, legno intagliato e lavorato, abbigliamento e calzature.

  7. Eventi: Scopri quali eventi o festival sono in programma a Courmayeur e nelle vicinanze durante la tua vacanza. Concerti, sagre, celebrazioni e ricorrenze.

  8. Il Municipio: Scopri l’eleganza dell’architettura del Palazzo Comunale nel centro di Courmayeur.

  9. Mercatini: se ami girare per le bancarelle, scopri se durante la tua visita c’è un mercatino! Prodotti freschi, formaggi locali, carni, artigianato, abbigliamento. Partecipa alla vita quotidiana di Courmayeur.

  10. Visite guidate: Prendi in considerazione l’idea di partecipare a un tour guidato per scoprire Courmayeur: la sua storia, gli edifici più importanti, i personaggi e le curiosità.

  11. Parco Bollino: All’uscita del paese, subito dopo il Municipio, c’è l’ingresso del Parco Bollino, la villa comunale di Courmayeur. Si tratta di un’ampia area verde dalla quale si gode di una bellissima vista sul massiccio Monte Bianco, in particolare la vista del famoso Dente del Gigante, incorniciato tra i monti de La Saxe (a destra) e il Mont Chétif (a sinistra). Godetevi la pace e il panorama che offre questo giardino, per una pausa dalla passeggiata nel centro storico, un momento di  relax dopo pranzo, oppure per far giocare i vostri bambini.

  12. Chiesa Valdese: La presenza della Comunità Evangelica Valdese a Courmayeur risale al periodo successivo alle Lettere Patenti del 17 febbraio 1848, con la concessione dei diritti civili ai valdesi. Il tempio, che si trova in Piazza Petigax 1, è il più antico tempio valdese della Valle d’Aosta e si trova in un edificio le cui origini risalgono al Medioevo. Attualmente, a seguito di un accordo e di una collaborazione con il Comune di Courmayeur, la chiesa valdese è sede di mostre e piccoli eventi.

Il centro di Courmayeur offre un’atmosfera rilassante dove è possibile immergersi nella cultura locale, godere degli splendidi dintorni e panorami, concedersi deliziose esperienze gastronomiche e di shopping.

METTITI ALLA PROVA SU UNA PARETE DI ARRAMPICATA PROFESSIONALE INDOOR e PATTINA SUL ghiaccio a Dolonne

Una grande parete attrezzata per l’arrampicata si trova nella grande palestra del centro sportivo di Courmayeur (Courmayeur Sport Center) che si trova a Dolonne (frazione di Courmayeur, separata dal centro storico dalla Dora Baltea e unita da un ponte). Questa palestra rappresenta un’ottima opportunità per affinare le proprie abilità o per apprendere i primi rudimenti per la pratica dell’arrampicata sportiva. La parete artificiale, tra le più complete d’Italia, offre linee di arrampicata di ogni genere e livello (dal 4 all’8b) ed è gestita dalle Guide Alpine di Courmayeur che offrono anche corsi di arrampicata per principianti. Questo centro sportivo comprende anche una pista di pattinaggio sul ghiaccio, campi da tennis, una palestra, tavoli da ping-pong e un campo da calcetto a 5.

in mountain bike ATTORNO AL MONTE BIANCO

Con l’Aiguille des Glaciers, il Dente del Gigante e le Grandes Jorasses, il massiccio del Monte Bianco si lascia apprezzare da ogni lato. I suo profilo cambia di continuo secondo il punto di vista. Da Courmayeur o dalle valli Val Veny e Val Ferret, si possono ammirare le maestose cime che si susseguono lungo la linea di vetta. Quando appare, silenzioso e gigantesco, emoziona chiunque, escursionisti e ciclisti.

VAL VENY

Partendo da Courmayeur un’unica strada asfaltata, un nastro stretto e subito in salita, sale verso la Val Vény seguendo il percorso della Dora di Vény, affluente a tratti placido, a tratti impetuoso, della Dora Baltea. All’altezza di Portud, già a 1.500 m slm, si imbocca un facile sterrato che corre alle pendici dell’Aiguille Noir de Peutérey, inoltrandosi nel bosco proseguendo parallelamente alla strada asfaltata. Dalla frazione di La Visaille si può proseguire fino al Lago di Combal. Il dislivello è minimo fino a Freiney (1.589 m slm). La valle è stretta e ricoperta di boschi, mentre il torrente visibile solo nella prima parte del percorso. Questo giro in mtb è sicuramente per tutti!

Val Ferret

Più impegnativa è invece la pedalata in mountain bike nell’ampia e panoramica Val Ferret, esempio calzante di quello che viene definito un paesaggio alpino. Nei mesi di luglio e agosto, la strada che porta alla valle è chiusa presso la frazione di La Palud. Si può proseguire in bici o in navetta. Itinerario da Planpincieux: con il massiccio del Monte Bianco ben visibile lasciato alle spalle e il fiume Dora di Ferret che appare e scompare, in piena per lo scioglimento dei ghiacci e alimentato dalle sorgenti, il paesaggio si apre e si arrotonda, richiamando la chiara natura glaciale di queste valli. La vegetazione arborea – composta di larici, ontani e betulle – rimane bassa, lasciando spazio, verso il Col del Grand Ferret, a cime di nuda roccia granitica striata di neve. Un vero spettacolo! La strada per raggiungere il Rifugio Elena, a 2.062 m slm nelle Alpi Graie, è un’ardita salita tutta sterrata, con tornanti e tratti di sabbia e ghiaia.

L’attrezzatura: Se non avete la vostra bicicletta, potete noleggiare una mountain bike elettrica presso il nostro hotel. All’Hotel Aigle offriamo anche una sala interna per riporre le vostre biciclette in tutta sicurezza. Scopri di più sulle opportunità di percorsi in bici da corsa e mountain bike in Courmayeur.

rafting SULLA Dora Baltea

Da maggio a settembre, la Dora Baltea è il fiume più bello e ricco d’acqua d’Europa.

La sua natura glaciale – e non pluviale come la maggior parte dei fiumi alpini – fa sì che con il caldo dei mesi primaverili ed estivi, a causa dello scioglimento dei nevai e dei ghiacciai del Monte Bianco che sono esposti a sud, abbia una portata media di 60 metri cubi d’acqua al secondo con punte di 80/100 metri cubi nei mesi di giugno e luglio. In questi periodi si possono navigare, di sicuro, tutti i 17 km, con rapide dal II° al IV°+ grado. Un’esperienza che noi chiamiamo Integrale Top e gli appassionati, che la conoscono, non mancano all’appuntamento per vivere il fiume nel suo momento di massimo splendore. Per la tua esperienza di rafting/canoa sulla Dora Baltea ti consigliamo Rafting.it, con più di 40 anni di storia ed esperienza al tuo servizio!

giocare a golf in val ferret

Il campo da golf, creato nel 1935 da Peter Gannon e Henry Cotton, offre una vista mozzafiato sui massicci del Monte Bianco e delle Grandes Jorasses. Il percorso a 9 buche con doppia partenza (PAR 70; uomini 5.508 m – donne 4.791 m) è prettamente pianeggiante e si snoda lungo le sponde del fiume Dora di Ferret, attraversandolo con due spettacolari PAR 3. Di seguito una descrizione delle nove buche:

BUCA 1 / PAR 4 : Buca piuttosto delicata con il fiume a sinistra e il fuori limite a destra. Un fairway stretto e ondulato, attraversato da una strada di fronte all’avantgreen, accoglie il primo colpo. Piccolo e lungo green con pendii ripidi;

BUCA 2 / PAR 3 : La buca attraversa il fiume con partenze molto diverse tra la buca 2 e la buca 11; Fuori limite lungo tutto il perimetro. Dall’alto, il 2, con il bosco sulla sinistra; Dal basso, l’11ª salita. Ampio green in pendenza, ben protetto da quattro bunker. Venti trasversali frequenti;

BUCA 3 / PAR 3 : Una buca in discesa non molto lunga ma delicata a causa della presenza quasi costante del vento, a volte a favore e a volte contro. Fuori limite lungo tutto il perimetro del green difeso da quattro bunker;

BUCA 4 / PAR 5 : Buca piatta con partenza dall’alto in mezzo al bosco. Fuori dai limiti e acqua laterale a sinistra, foresta con ostacoli d’acqua a destra.giochi gratuiti bollenti e bollenti Il fairway ondulato e stretto si allarga man mano che ci si avvicina al green, che non è molto largo e mal difeso;

BUCA 5 / PAR 5 : Dog-leg a sinistra con fitto bosco e ostacoli d’acqua laterali su entrambi i lati. Un fossato attraversa la buca e interessa l’area di arrivo del secondo colpo. Avantgreen ondulato con piccolo green difeso da due bunker;

BUCA 6 / PAR 4 : Tatticamente interessante con una partenza top-down che necessita di un tee-shot di precisione per non cadere nel lago centrale in buca. Secondo compo ad un green circondato da alte conifere;

BUCA 7 – PAR 4 : Foro piatto con fuori limite a destra e ostacolo d’acqua a sinistra. Verde molto ondulato e difeso da bunker e alberi molto alti;

BUCA 8 / PAR 3 : Con il fiume Dora davanti e il frequente vento laterale, il primo colpo è insidioso per raggiungere il corto avantgreen ovvero l’ampio e ondulato green, mal difeso dal bunker;

BUCA 9 / PAR 4 : Spettacolare buca con vista mozzafiato sulle montagne con ampi fairway che necessitano di un colpo sulla sinistra della roccia che divide, insieme ad un ruscello, la buca in due parti. Il secondo colpo da prima dell’acqua deve essere giocato sulla destra di un green ampio con un solo bunker.

Il Golf Club Courmayeur offre un’esperienza unica sia per i professionisti che per i giocatori alle prime armi. Scopri di più sul Golf Club di Courmayeur.

Relax ALLE TERME DI Pré Saint Didier

Le famose Terme di Pré-Saint-Didier si trovano a poca distanza dall’inizio della valle di La Thuile, a circa 6 km da Courmayeur. Le sorgenti di acque minerali sono conosciute fin dall’epoca romana per le loro proprietà curative. Le testimonianze di una prima capanna costruita per fornire un minimo di comfort alle persone che facevano il bagno in queste acque terapeutiche risalgono al XV secolo. Oggi le terme sono ospitate nell’edificio ottocentesco recentemente restaurato. All’interno sono stati ricavati spazi con vasche idromassaggio, saune, bagni di vapore, fanghi. Tra questi, trattamenti speciali, come cascate tonificanti, piscine relax, sale cromoterapiche e sale relax panoramiche. All’esterno c’è un giardino con piscine termali all’aperto e saune da dove si può godere di una meravigliosa vista panoramica sul massiccio del Monte Bianco. Scopri di più sulle opportunità di benessere, cura del corpo e relax a  Courmayeur.

Godetevi la nostra sauna finlandese all’Hotel Aigle

La nostra nuovissima Sauna Finlandese comprende una sala relax privata e panoramica, riscaldata da una grande stufa, dove potrete rilassarvi sorseggiando una tisana. E’ inoltre dotata di un ampio bagno privato, una doccia. La sauna può ospitare fino a 4 persone ed è disponibile in qualsiasi momento del pomeriggio. Scopri la nostra Sauna.

VOLI PANORAMICI IN ELICOTTERO SUL MONTE BIANCO

I tour in elicottero del Monte Bianco decollano dalla piattaforma di Entrèves, situata a Piazzale Funivie Val Veny. E’ possibile scegliere tra tre diverse rotte di volo: Tour Freney (10 minuti); Volo del Dente del Gigante (15 minuti); Grand Tour (20 minuti). Per ulteriori informazioni e prezzi consultare il sito web di Heli-Guides.

VisitA Chamonix

L’Hotel Aigle si trova vicino all’ingresso italiano del traforo del Monte Bianco che collega l’Italia con la Francia (Courmayeur con Chamonix). Una visita a Courmayeur può essere l’occasione per visitare Chamonix e altre località sul versante francese del massiccio del Monte Bianco. Attraverso il tunnel, in soli 12 km, si arriva alla valle di Chamonix! Di seguito dei suggerimenti su cosa vedere a Chamonix e dintorni.

Il nome Chamonix deriva da Chamouni, un nome romano che significa ‘campus munitus’ (campo fortificato o riparato dalla montagna).

Oggi Chamonix è una pittoresca cittadina incastonata nelle Alpi francesi che offre non solo una straordinaria bellezza naturale, ma anche un ambiente affascinante con varie attrazioni da esplorare. Qui di seguito alcuni dei suoi punti di interesse da scoprire:

  1. Chiesa di Saint. Michel: Una bellissima chiesa nel cuore di Chamonix, nota per la sua architettura e il suo significato storico. Vale la pena visitarlo per ammirarne il design e magari partecipare a una funzione, se interessati.

  2. Museo delle Alpi e dell’Alpinismo: per scoprire la storia, lo sviluppo e la cultura di Chamonix e l’alpinismo nelle Alpi. Il museo espone manufatti, attrezzature e informazioni sul ricco patrimonio alpinistico della regione.

  3. Museo dei Cristalli: Il museo espone manufatti, attrezzature e informazioni sul ricco patrimonio della regione.

  4. Centro Storico: Passeggia per le vivaci strade di Chamonix piene di negozi, caffè, ristoranti e boutique. Place Balmat e Place du Mont Blanc sono piazze centrali dove potrete rilassarvi e godervi l’atmosfera.

  5. Montenvers Railway: Prendi la storica ferrovia di Montenvers per raggiungere la Mer de Glace (Mare di Ghiaccio). Il viaggio in treno offre panorami fantastici e, una volta arrivati, è possibile esplorare il ghiacciaio e le sue grotte di ghiaccio.

  6. Architettura Savoiarda: Chamonix è caratterizzata da un’affascinante architettura savoiarda con chalet ed edifici in legno che conferiscono alla città il suo carattere distinto. Fate una passeggiata per le strade per apprezzare questo tradizionale stile alpino.

  7. Visite guidate: Prendi in considerazione l’idea di partecipare a tour guidati a piedi della città per ottenere approfondimenti sulla sua storia, architettura e curiosità locali.

  8. La funivia de l’Aiguille du Midi: Anche se non si trova direttamente in città, la stazione della funivia dell’Aiguille du Midi è un punto di riferimento per gli amanti dell’avventura e offre viste panoramiche mozzafiato sul Monte Bianco e sulle vette circostanti.

  9. Eventi e Festival: A seconda del periodo della vostra visita, Chamonix ospita vari eventi e festival che celebrano lo sport, la cultura, la musica e altro ancora. Controlla i calendari locali per gli eventi in corso durante il tuo soggiorno.

  10. Terme e relax: Concediti un po’ di relax nelle terme e nei centri benessere della città, che offrono vari trattamenti e strutture per rilassarti.

Goditi il tuo tempo a Chamonix esplorando sia le sue meraviglie naturali, che la ricchezza culturale della città.

Sfoglia la nostra biblioteca, gioca a scacchi, a carte, ai giochi da tavolo con i tuoi amici e la tua famiglia nella hall del nostro hotel

Nella hall dell’hotel, arredata con comodi divani e un camino acceso tutti i pomeriggi, potrete rilassarvi chiacchierando, o giocando a scacchi, a carte, a giochi da tavolo. La nostra biblioteca presenta sezioni dedicate alla montagna e alla sua narrazione, e una collezione di libri fotografici dedicati alle Alpi e all’alpinismo. Potrete così scoprire nel relax della lettura il territorio circostante e le sue caratteristiche naturali e identità culturali. Una grande selezione di libri gialli è disponibile anche per gli amanti di questo tipo di letteratura. La hall dell’hotel è il luogo ideale per trascorrere le vostre serate, anche sorseggiando un drink o una bevanda calda, un tè, un caffè, una tazza di cioccolata e i nostri biscotti fatti in casa!

Alcuni suggerimenti

praticare lo sci di fondo in val ferret

(NOTA: traduzione in corso 24/01/2024)

L’Hotel Aigle si trova proprio all’inizio della Val Ferret, la valle ai piedi delle Grandes Jorasses, come è chiamata la parte nord-orientale del massiccio del Monte Bianco. Questa valle è conosciuta e apprezzata per praticare ciaspolate e sci di fondo sulle piste che partono da Planpincieux, il primo insediamento che si incontra in Val Ferret salendo da Entrèves/La Palud, dove ci troviamo.

A partire da  località Planpincieux la valle si “appiattisce” (come suggerisce il prefisso plan del nome di questo piccolo insediamento) e rimane pianeggiante per diversi chilometri fino a verso Lavachey (un insediamento più a monte).

Nei mesi invernali, proprio tra Planpincieux e Lavachey, vengono tracciati percorsi sia per le passeggiate che per lo sci di fondo. Si tratta di un percorso ad anello che vi riporterà al punto di partenza (Planpincieux) dopo avervi incantato con la spettacolare vista sul massiccio del Monte Bianco e un caratteristico paesaggio costellato di larici i cui rami, coperti di neve, aggiungono magia al paesaggio e meraviglia alla vostra esperienza sugli sci o a piedi.

Per quanto riguarda l’attrezzatura, sia le ciaspole che gli sci da fondo, compresi scarponi e bastoncini, si possono noleggiare a Planpincieux, dove oltre ai noleggi si possono trovare ristoranti e trattorie. Altre locande/rifugi si trovano più a monte.

Per l’abbigliamento, si consiglia di portare calzamaglia e intimo tecnico, pantaloni da sci, una felpa tecnica e una giacca a vento, oltre a scaldacollo e un caldo berretto di lana o sintetico con interno in pile, e guanti. Anche i calzini dovrebbero essere tecnici. Uno zaino sarà utile per riporre gli indumenti. Consigliamo inoltre di portare con sé una bottiglia termica per portare con sé un tè caldo, insieme a barrette energetiche, cioccolata o uno snack come biscotti o cracker.

In Val Ferret il segnale mobile è buono, quindi potrete telefonare o usare internet in caso di necessità.

Infine, per salire a Planpicieux c’è una navetta comunale (gratuita gran parte dell’anno) che ferma proprio davanti al nostro hotel. La navetta fa l’ultima fermata proprio a Planpincieux prima di ritornare a valle. Per gli orari degli autobus consultate la nostra pagina NAVETTE E AUTOBUS.

Se avete qualsiasi domanda non esitate a contattarci.

I nostri servizi in breve:

  • Parcheggio gratuito
  • Ristorante
  • Colazione a buffet
  • Caffetteria
  • Wi-Fi gratuito
  • Cassaforte
  • Ampio giardino
  • Sauna
  • Webcam
  • Deposito sci e scarponi
  • Deposito bici con officina di base per piccole riparazioni
  • Bacheca con ampia raccolta di opuscoli informativi
  • In inverno gli animali non sono ammessi. Animali benvenuti in estate: accettiamo cani con preventivi accordi e supplemento giornaliero. Per gatti e altri animali domestici ci regoliamo di volta in volta secondo il caso.