Ciclismo e mountain bike a Courmayeur

L’escursionismo, l’alpinismo e lo sci sono da sempre le attività sportive più in voga a Courmayeur. Negli ultimi anni, però, si è ampliata notevolmente la schiera di coloro che scelgono Courmayeur per dare sfogo alla propria passione per la bicicletta.
La morfologia del territorio e la situazione climatica creano condizioni ideali sia per il ciclismo su strada classico che, soprattutto, per la mountain bike.

Il ciclismo a Courmayeur e dintorni

Discesa in mountain bike dal Col Chavannes, in Val Veny.
Discesa in mountain bike dal Col Chavannes, in Val Veny

Le valli di montagna in genere non sono un ambiente ideale per il ciclismo a causa delle frequenti salite e dello sforzo che queste richiedono. Courmayeur e il suo comprensorio si caratterizzano per una grande varietà di strade che permettono itinerari di ogni lunghezza e difficoltà. Alcune di esse presentano tratti in salita piuttosto ripidi, ma molte corrono quasi in piano. È il caso, ad esempio, delle strade che percorrono la Val Veny e la Val Ferret.

Fermo restando le preferenze personali di ognuno, è possibile definire alcuni percorsi di lunghezza breve o media, di grande soddisfazione tecnica e paesaggistica.
Uno dei percorsi più tipici è il giro Courmayeur-Val Ferret-Courmayeur, che parte dal piazzale di Courmayeur, giunge ad Arnouva, in Val Ferret, e ritorno, per un totale di quasi 30 km. Poco più lungo è il giro Courmayeur-Morgex-La Salle-Courmayeur, di ca 31 km. Un classico è anche il giro Courmayeur-Aosta-Courmayeur, di ca 70 km.
Questi itinerari possono essere allungati associandone altri sempre in Val d’Aosta. Ad esempio, scendendo a Pré-Saint-Didier, si può risalire tutta la valle di La Thuile fino al Colle del Piccolo San Bernardo. Oppure si può vivere il clima delle grandi gesta sportive scendendo verso Morgex e cimentandosi con la famosa salita al Colle San Carlo, tappa di varie edizioni del Giro d’Italia.

La mountain bike a Courmayeur

Ultimo tratto di salita in mountain bike al Col du Malatra.
Ultimo tratto di salita in mountain bike al Col du Malatra

Il territorio di Courmayeur, con le sue valli terminali e laterali, si presta magnificamente per la mountain bike. Sentieri in piano, tratti in pendenza ben tracciati, traversate in costa, rampe accidentate, creano nel loro complesso una varietà che è in grado di soddisfare qualsiasi esigenza.
I fondovalle quasi pianeggianti della Val Veny e, soprattutto, della Val Ferret consentono un’infinità di soluzioni alla portata dei principianti. Molto gettonati sono, ad esempio, il circuito Zerotta-Visaille in Val Veny, come pure quello Planpincieux-Arnouva in Val Ferret.
E poi ci sono i percorsi più impegnativi, per gli appassionati. Affrontano salite e discese di varia difficoltà, lungo la vasta rete di sentieri del comprensorio. Raggiungono i rifugi e gli alpeggi sul versante opposto alla catena del Monte Bianco. Talvolta si spingono anche fino ai colli più elevati (Col du Grand Ferret, Col de la Seigne, Col Chavannes).
Molto frequentati sono gli itinerari che percorrono i sentieri del Tour du Mont Blanc, ben tracciati e non particolarmente difficili. Una vera goduria è pedalare sui sentieri che costituiscono le celebri “balconate”. Ad esempio, l’itinerario che dal Rifugio Bonatti attraversa in quota fino al Rifugio Bertone. Oppure, quello che dal Lago Combal sale all’Arp Vieille e attraversa in quota fino al Rifugio Maison Vieille.
Dal compiere una pedalata di una mattina a scegliere di stare in giro per più giorni, pernottando in rifugio, il passo è notevole, ma non impossibile. E infatti, sono molti coloro che affrontano tour in mountain bike di più giorni. Courmayeur ne offre diversi. Il più prestigioso, inutile dirlo, è il Tour du Mont Blanc, che si snoda sulla falsariga del famoso tour escursionistico. Un’altro meno lungo ma ugualmente di grande soddisfazione è il “Tour dei rifugi”, che si sviluppa nel comprensorio di Courmayeur e, in piccola parte, di La Thuile.
Gli appassionati di downhill e freeride possono usufruire del Bike Park recentemente inaugurato a La Thuile. Tra le tante “pazzie” possibili, ricordiamo anche il cosiddetto “eli-bike”, vale a dire il volo in elicottero in cima a un monte e discesa in bici con accompagnatore.

Associazioni e corsi di mountain bike

Biker in partenza dall’Hotel Aigle.
Biker in partenza dall’Hotel Aigle

L’idoneità di Courmayeur e delle sue valli all’uso della mountain bike è un dato oramai accertato. Di conseguenza ne è scaturito un grande fervore di iniziative.
Negli ultimi anni sono sorte associazioni di appassionati, scuole di mountain bike e organizzazioni di vario tipo al servizio degli appassionati e dei principianti. Tra le più attive si possono citare Mont Blanc Aventure e Bike And Mountain. Entrambe propongono lezioni teoriche e pratiche sull’uso della mountain bike, giri con guida e tour di più giorni con pernottamento in rifugi. Mont Blanc Aventure è anche promotrice di “Safety Bike”, progetto che si propone di sensibilizzare al tema della sicurezza in mountain bike.
Per venire incontro alle aspettative degli appassionati della bicicletta è nato il Club Bike Valle d’Aosta. Tra le varie iniziative ha redatto una lista di cosiddetti “bike hotel”, hotel attrezzati per ospitare i ciclisti e permettere loro di svolgere operazioni di manutenzione del mezzo. Nel comprensorio di Courmayeur ce ne sono due, tra cui l’Hotel Aigle.

Acquisto e noleggio dell’attrezzatura

Ciclista con bici
Ciclista con bici “assistita”, in discesa dal Col de Malatra.

Come per lo sci e l’alpinismo, anche nel caso della mountain bike la mancanza dell’attrezzatura è il minore dei problemi.
A Courmayeur e a Planpinciex (in Val Ferret), si può noleggiare tutto: bici, abbigliamento, casco. I punti di noleggio, inoltre, possono fornire indicazioni per prenotare lezioni di mountain bike o anche guide per compiere itinerari impegnativi.

Come per altre attività sportive, la posizione dell’Hotel Aigle è ideale per l’uso della bicicletta.

Gli appassionati del ciclismo su strada, appena escono dall’Hotel, possono partire alla volta della Val Veny e della Val Ferret. Altrimenti, ci si può dirigere a valle e seguire percorsi più lunghi, verso Morgex, Aosta, La Thuile, o il Colle San Carlo.

Quelli di mountain bike non hanno che l’imbarazzo della scelta. Uscendo dall’Hotel, possono raggiungere l’inizio della Val Veny e della Val Ferret, dove li attende una miriade di alternative. Pedalate verso i fondovalle. Scarpinate in salita ai rifugi. Tratti misti, in parte pedalando e in parte spingendo, nei meravigliosi valloni laterali, o addirittura fino ai colli in quota.

L’uso della mountain bike non è, però, un’esclusiva dei cosiddetti “patiti”. Dall’Hotel Aigle, infatti, partono anche percorsi semplici alla portata di coloro che la usano poco o che non l’hanno mai provata.

L’attenzione che all’Hotel Aigle dedichiamo alla passione per la bicicletta è testimoniata da varie cose. Basti pensare che lo standard che garantiamo in questo campo ci è valsa la qualifica di “bike hotel”, speciale titolo assegnato dal Club Bike Valle d’Aosta.
Ad esempio, ai clienti che hanno la propria bici al seguito mettiamo a disposizione un locale apposito dove riporla. All’interno vi possono trovare l’attrezzatura per la manutenzione e per riparazioni d’emergenza.
D’altra parte, nel caso in cui non si disponga di un mezzo proprio, ci sono tanti posti dove noleggiarla e noi li possiamo indicare tutti.

Modulo di prenotazione camere

( Indicare il numero di telefono senza punti, trattini, parentesi o altro )

Acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo le modalità indicate nella Privacy policy.

 

Per informazioni e termini di prenotazione visita la pagina Prenotazioni.