Sei qui: home > monte bianco > tour monte bianco > aspetti straordinari

Tour del Monte Bianco: cosa ha di così straordinario

La bellezza di percorrere un itinerario escursionistico a tappe in montagna è difficile da descrivere. Consiste nella possibilità di trovarsi immersi in ambienti naturali eccezionali, contemplando paesaggi che cambiano di continuo, facendo tappa in luoghi sempre diversi. Il tutto all'insegna della libertà, dell'amore per la natura, della semplicità e della calma.

Immagine provvisoria.

Immagine provvisoria.

Il Tour del Monte Bianco rappresenta l'itinerario a tappe per eccellenza. E questo per tre motivi. Primo: è un itinerario che si sviluppa attorno al sistema montuoso più grande e più alto d'Europa, articolato in un'infinità di creste e canaloni glaciali che danno luogo a scorci incredibilmente diversi tra loro. Secondo: è un itinerario che si svolge in tre stati distinti e, per quanto molto simili tra loro, l'esperienza è comunque particolare. Terzo: a causa della conformazione della catena montuosa e delle valli che la fiancheggiano sui due versanti, l'itinerario per lunghi tratti corre in costa sui fianchi delle montagne antistanti, dando luogo a "balconate" panoramiche talmente spettacolari da lasciare senza fiato.

Immagine provvisoria n.2.

Immagine provvisoria n.2.

La grande montagna, le sue guglie, i ghiacciai e le valli che la attorniano creano un'infinità di vedute scenografiche.
Tra queste vogliamo selezionarne cinque, tra i più grandi spettacoli della natura. Immaginando di partire da Courmayeur, la prima è la possente parata di cime che si può contemplare dalla "balconata" della Val Ferret. La seconda è la selvaggia colata del ghiacciaio del Trient scendendo dalla Fenetre d'Arpette, in Svizzera. Terza è la maestosa sequenza di cime innevate e guglie rocciose che si può ammirare dalla grande "balconata" sopra Chamonix, toccando il Lac Blanc e la cima del Brevent. Quarta è l'impressionante veduta del Monte Bianco e dell'Aiguille de Bionnassay che si gode dal Col de Voza e dal vallone di Bionnassay. Quinta, ma certo non ultima, la sequenza di scorci del Monte Bianco, dell'Aiguille Noire du Peutérey e delle Grandes Jorasses, che si ha percorrendo la Val Veny.
Nel suo svolgimento, il Tour del Monte Bianco è molto "democratico" e rispettoso delle prerogative individuali. Può essere percorso in maniera integrale o parziale. Non arriva mai a quote troppo alte e perciò non sottopone il fisico a stress pesanti. Permette di scegliere tra varianti più o meno impegnative, e in ogni caso mai troppo faticose o veramente difficili. Offre ovunque la possibilità di associare all'itinerario classico anche escursioni nei dintorni, facendo tappa nello stesso posto per più di un giorno. Tipica, ad esempio, la scelta di molti di fermarsi una giorno in più a Courmayeur o Chamonix per provare l'emozione della Funivia del Monte Bianco. Oppure, quella di salire sul treno della Mer de Glace a Chamonix.

prenotazioni

Check in
Check out
Adulti:
Bambini:
cerca

immagini

altre immagini Altre foto Monte Bianco.

webcam

Webcam Hotel Aigle.

altre webcam Webcam Hotel Aigle, Courmayeur, Monte Bianco.