Sei qui: home > monte bianco > catena monte bianco > settore sud-occidentale

Catena del Monte Bianco:
2) Settore sud-occidentale (Italia-Francia)

Il settore sud-occidentale è una catena montuosa vera e propria che funge da confine tra Italia e Francia.
Dai 4000 m dell'Aiguille du Bionnassay, le cime digradano verso Sud-Ovest in modo graduale fino alle ultime propaggini in Francia. Procedendo dall'enorme calotta del Monte Bianco verso Sud-Ovest, si succedono l'Aiguille du Bionnassay (4052 m), i Domes de Miage (3673 m), le Aiguilles du Trélatéte (3893 m), l'Aiguille de la Lex Blanche (3686 m), l'Aiguille des Glaciers (3817 m), il Mont Tondu (3196 m). Esclusa l'ultima, si affacciano tutte su entrambi i versanti. Lunghe creste montuose scendono sui due lati formando grandi valloni glaciali.

Immagine provvisoria.

Immagine provvisoria.

Sul versante francese, procedendo verso Sud-Ovest, si succedono quattro creste e tre valloni glaciali disposti a raggiera, che digradano a Ovest nella valle di Les Contamines-Montjoie.
La cresta del Gouter separa la parete Nord del Monte Bianco dal vallone di Bionnassay. Su di essa si inerpica "Le Tramway du Mont Blanc", trenino a cremagliera che dai 580 m di Le Fayet porta ai 2380 m del Nid d'Aigle. Più in alto vi sorge il Refuge du Gouter, punto di partenza per una delle principali vie di salita alla vetta del Monte Bianco. La cresta delimita il vallone di Bionnassay, interamente occupato dal ghiacciaio omonimo e dominato dalla spettacolare parete Nord dell'Aiguille du Bionnassay, con il suo magico manto di neve e ghiacci. La rocciosa Crete de Tricot lo separa dal vallone del Miage, molto più verde. Il vallone è caratterizzato da un vasto pianoro, "Les Patutages de Miage", dominato dalla bastionata dei Domes de Miage.
I Domes de Miage formano una cresta che scende verso Sud-Ovest e poi curva a Ovest, separando il vallone del Miage dal vallone di Trélatéte. La lunghissima e serpeggiante valle glaciale è interamente occupata dal ghiacciaio di Trélatéte. Il lato Sud è costituito da una pittoresca sfilata di cime culminante nell'Aiguille du Trélatéte. Uno spettacolo indimenticabile per chi ha la fortuna di ammirarlo al tramonto dal Refuge des Conscrits.

Mappa del settore in preparazione.

Mappa del settore in preparazione.

I punti d'appoggio più importanti su questo versante sono: il Refuge de Tete Rousse (3167 m), il Refuge de L'Aiguille du Gouter (3800 m), il Refuge de Plan Glacier (2680 m), il Refuge Durier (3358 m) e il Refuge des Conscrits (2580 m).

Sul versante meridionale il massiccio del Monte Bianco incombe sulla piana di Entreves. Procedendo verso Sud-Ovest, la catena è fiancheggiata da una lunga vallata parallela, la Val Veny. Al suo termine, in corrispondenza del Col de la Seigne (2512 m), prosegue nella Vallée des Glaciers, nella Savoia francese.

Immagine provvisoria n.2.

Immagine provvisoria n.2.

La Val Veny è un capolavoro della natura. La prima parte è dominata dalla massa del Monte Bianco, con le sue famose creste (Peutérey, Brouillard). Circa a metà è sconvolta dalla lingua terminale del ghiacciaio del Miage. Il vallone del Miage è una profonda e lunghissima incisura che taglia di netto la montagna, termina contro la bastionata meridionale dei Domes de Miage e dell'Aiguille de Bionnassay. Il suo corso rettilineo è dominato a Nord-Est dalla mole rocciosa del Monte Bianco, da cui scendono vari ghiacciai e creste minori (Aiguilles Grises, Rochers du Mont Blanc). A Sud-Ovest incombe a picco la cresta che dall'Aiguille du Trélatéte scende al Petit Mont Blanc (3424 m). Il fondo del vallone è percorso dal lungo ghiacciaio del Miage, unico esempio in Europa di ghiacciaio di tipo himalayano. Al suo sbocco in Val Veny, il ghiacciaio del Miage forma due gigantesche morene che tagliano la valle letteralmente in due.
I valloni successivi che scendono dalla catena in Val Veny (Estelette, La Lex Blanche) non sono altrettanto evidenti. Lo stesso vale per le vallette che scendono nella Vallée des Glaciers, selvaggia e più pastorale della Val Veny.

Immagine provvisoria n.3.

Immagine provvisoria n.3.

I principali punti d'appoggio su questo versante sono: il Rifugio Elisabetta (2197 m), il Bivacco Rainetto (3047 m) e il Bivacco Hess (2958 m) in Italia, il Refuge Robert Blanc (2750 m) in Francia.

prenotazioni

Check in
Check out
Adulti:
Bambini:
cerca

immagini

altre immagini Altre foto Monte Bianco.

webcam

Webcam Hotel Aigle.

altre webcam Webcam Hotel Aigle, Courmayeur, Monte Bianco.