Sei qui: home > monte bianco > catena monte bianco > settore centro-meridionale

Catena del Monte Bianco:
4) Settore centro-meridionale (Italia-Francia)

Le due catene montuose che dal massiccio del Monte Bianco si dipartono verso Est delimitano il circo glaciale e il vallone della Mer de Glace. Delle due, quella meridionale rappresenta la continuazione vera del Monte Bianco e, come questo, segna il confine tra Italia e Francia.

Immagine provvisoria.

Immagine provvisoria.

La catena si stacca da un contrafforte del Mont Maudit. Con un primo tratto più basso (ca 3500 m) si dirige verso Sud-Est per poi piegare verso Nord-Est. Sul suo profilo spiccano alcune cime relativamente basse: Tour Ronde (3792 m), Aiguille d'Entrèves (3600 m), Punta Helbronner (3462 m).
Il versante meridionale si erge come un muraglione sopra Courmayeur, interrompendo la Valle d'Aosta. La cresta della Brenva lo separa a Ovest dal vallone del ghiacciaio della Brenva (vedi 1). Creste e ghiacciai minori (ghiacciaio del Toula) scendono dalle ripide pendici. Nel punto meno impervio sale il tratto italiano della Funivia del Monte Bianco, da La Palud a Punta Helbronner. Inoltre, alla base si trova l'imbocco del traforo del Monte Bianco.

Mappa del settore in preparazione.

Mappa del settore in preparazione.

Il tratto successivo della catena assume un andamento verso Nord-Est. Sul versante meridionale è fiancheggiata dalla Val Ferret, che corre in senso opposto alla Val Veny (vedi 1 o 2). Il profilo delle cime s'innalza a 4000 m, schierando il celebre Dente del Gigante (4013 m), l'Aiguille de Rochefort (4001 m), il Dome de Rochefort (4017 m) e la mole poderosa delle Grandes Jorasses (4208 m), che con le sue ardite creste rocciose (Pra Sec e Tronchey) incombe sulla Val Ferret. Oltrepassate le Grandes Jorasses, la catena forma un leggero arco. In successione si incontrano le Petites Jorasses (3650 m), l'Aiguille de Leschaux (3759 m), le Aiguilles de Talèfre (3730 m), l'Aiguille du Triolet (3874 m) e il Mont Dolent (3820 m). Singolare la posizione del Dolent, all'intersezioni dei confini tra Italia, Francia e Svizzera, e per questo definito "Monte delle tre nazioni".
Tra il Dente del Gigante e il Mont Dolent scendono in Val Ferret quattro valloni glaciali paralleli, che prendono il nome dai rispettivi ghiacciai: Planpincieux, Frebouge (o Freboutze), Triolet, Pre de Bar. L'ultimo è solcato dal bellissimo ghiacciaio di Pre de Bar e dominata dalla piramide del Mont Dolent. I valloni sono separati da grandi creste rocciose: Rochefort, Tronchey, Greuvetta, Monts Rouge de Triolet, Mont Dolent. L'ultima, scendendo dal Mont Dolent, chiude la Val Ferret e forma due colli che la mettono in comunicazione con la Val Ferret svizzera: Col du Grand Ferret (2537 m) e Col du Petit Ferret (2486 m).

Immagine provvisoria n.2.

Immagine provvisoria n.2.

Il versante settentrionale guarda verso l'enorme valle glaciale interna, occupata dal ghiacciaio del Gigante. Nella sua discesa il ghiacciaio si congiunge con quello della Vallée Blanche, forma il ghiacciaio du Tacul, che ancora più avanti prende il nome di Mer de Glace.
Due creste rocciose si spingono come penisole nell'enorme valle glaciale, scomponendola in vari bacini glaciali. Dall'Aiguille de Rochefort si stacca verso Nord la catena dei Périades, che termina nell'Aiguille du Tacul (3444 m), solitario cocuzzolo circondato dai ghiacci. Più a Nord, dalle Aiguilles de Talèfre se ne stacca un'altra verso Ovest, che con la prima forma l'enorme bacino di Leschaux, sovrastato dalla celebre parete Nord delle Grandes Jorasses. L'omonimo ghiacciaio di Leschaux, scendendo verso Ovest, aggira l'Aiguille du Tacul e confluisce nel ghiacciaio du Tacul, formando la Mer de Glace.

Immagine provvisoria n.3.

Immagine provvisoria n.3.

I punti d'appoggio in questo settore si concentrano soprattutto sul versante italiano: Bivacco Alberico e Borgna (3680 m), Bivacco della Brenva (3200 m), Rifugio Torino (3375 m), Bivacco Boccalatte-Piolti (2803 m), Bivacco Gervasutti (2870 m), Bivacco Comino (2430 m), Rifugio Dalmazzi (2584 m), Bivacco Fiorio (2800 m), Bivacco Canzio (3818 m), Bivacco Jachia (3264 m), Rifugio Elena (2.062 m). Sul versante francese sono presenti il Bivouac des Périades (3430 m) e, soprattutto, il Refuge de Leschaux (2431 m), base d'appoggio per la parete Nord delle Grandes Jorasses.

prenotazioni

Check in
Check out
Adulti:
Bambini:
cerca

immagini

altre immagini Altre foto Monte Bianco.

webcam

Webcam Hotel Aigle.

altre webcam Webcam Hotel Aigle, Courmayeur, Monte Bianco.